iRobot Braava JET m6 (JET 6134)

Braava Jet m6 è il nuovo robot lavapavimenti di casa iRobot, l’azienda che tutti conosciamo per averci facilitato la vita con i robot per la pulizia dei pavimenti (il Roomba in primis), ma che impiega le sue conoscenze nel campo della robotica applicata a diversi settori.

In casa abbiamo già un Roomba 605, un modello abbastanza basico che si è rivelato comunque un ottimo alleato per la pulizia dei pavimenti, sopratutto quando si condividono gli spazi domestici con 2 gatti che perdono quantità di pelo indescrivibili.

Abbiamo avuto la possibilità di testare il nuovo Braava Jet m6, che va a completare il processo di pulizia dei pavimenti, con mia grande gioia.

> BRAAVA JET M6

Più piccolo e compatto rispetto al Roomba in nostro possesso, si presenta con un design completamente diverso.
La forma squadrata ma ammorbidita dagli angoli smussati, conferisce a questo robot una linea molto elegante.

La sua bellezza è sicuramente la prima cosa che colpisce, ma sono le sue prestazioni ad averci conquistato.

A differenza del nostro Roomba, che è appunto un modello basico, Braava Jet m6 è dotato di Wi-Fi e predisposto alla navigazione smart, permettendo un utilizzo decisamente più intelligente.

All’interno del robot si trova il serbatoio, facilmente accessibile alzando il coperchio argentato posizionato sopra il Braava Jet.

Viene indicata una portata di 100 mq. con un serbatoio pieno, ma se consideriamo che il Braava effettua la pulizia del pavimento interamente due volte (prima muovendosi sull’asse orizzontale poi su quello verticale) e che la nostra abitazione è circa 80 mq, in realtà con un serbatoio pieno può lavare oltre 150 mq.

Un particolare che mi colpito è la silenziosità di questo robot.
Il nostro è un pavimento duro (gress porcellanato effetto legno), con fughe larghe e devo dire che il Roomba si sente bene da una stanza all’altra quando è in funzione.
Il Braava invece risulta molto silenzioso, cosa che renderà felice non solo noi, ma anche gli inquilini del piano di sotto.

Parte della sua “leggiadria” è dovuta alla presenza del panno per pulire posizionato sotto il robot, che ha un impatto certamente più morbido.

> CONTENUTO DELLA CONFEZIONE

– iRobot Braava jet m6
– Base di ricarica + cavo di alimentazione
– Soluzione detergente Braava jet per pavimenti duri (118 ml, sufficiente per riempire il serbatoio 2 volte)
– 2 panni usa e getta per lavaggio ad acqua
– 1 panno lavabile e riutilizzabile per lavaggio ad acqua
– 1 panno usa e getta per pulizia a secco
– 1 panno lavabile e riutilizzabile per pulizia a secco

> SMART MAPPING

Questa delicata operazione avviene automaticamente.
Lasciando girare liberamente Braava Jet per casa sarà il robot stesso ad esplorare la sua nuova casa mappandone ogni angolo (e quando dico ogni angolo intendo proprio tutti), basta lasciare tutte le porte aperte e lasciare che il Braava prenda confidenza con gli ambienti.

Al termine della sua perlustrazione mostrerà il percorso effettuato e sarà possibile constatare la precisione della mappatura attraverso l’App iRobot HOME.

> CONTROLLO REMOTO

Partiamo da un presupposto, sul robot sono presenti i pulsanti per l’avvio manuale e la selezione della modalità di lavoro (pulizia a secco o lavaggio), ma la comodità di un dispositivo Smart è anche quella di poterlo gestire attraverso l’App iRobot HOME o tramite assistente vocale (Alexa o Google Assistant).

È possibile programmare Braava Jet o farlo partire attraverso l’App mentre si è fuori casa, così da trovare il pavimento perfettamente pulito tornando dal lavoro.

Per controllare Braava tramite Alexa è necessario attivare la Skill iRobot HOME dall’App Alexa ed accedere con le stesse credenziali utilizzate sull’App iRobot HOME.


A mio avviso l’interazione con Alexa necessita ancora di qualche miglioramento.
Dicendo ad Alexa di avviare Braava Jet, l’assistente vocale illustrerà le opzioni possibili e le parole magiche per richiamare ogni azione.
Dicendo “Alexa lava il pavimento” sarà ad esempio possibile avviare il robot. Questo però funziona solo chiedendolo ad Alexa dopo che lei stessa avrà elencato le varie opzioni e chiesto come si voglia procedere.
Chiedendo ad Alexa di lavare il pavimento in qualunque momento (senza avere prima chiesto di avviare Braava Jet ed avere ascoltato tutta l’introduzione), la risposta sarà “Non so rispondere a questa domanda”.


Ovviamente per aggirare questo inconveniente e risparmiare tempo sarà sufficiente creare una routine dall’App Alexa di modo che il Braava sia avviato subito su specifica richiesta.

È capitato un paio di volte che il Braava non risultasse “pronto” e non fosse possibile avviare la pulizia né tramite App, né attraverso comando vocale.
Se il serbatoio non viene posizionato correttamente infatti il robot lo rileva come vuoto e non può avviare la pulizia.

In questi casi è stato sufficiente riposizionare il serbatoio.

> BASE DI RICARICA E POSIZIONAMENTO

Nel posizionare la base di ricarica è necessario tenere in considerazione degli spazi necessari al Braava JET per le manovre di avvio e di rientro: la base deve essere ben appoggiata alla parete e richiede uno spazio di circa mezzo metro su entrambi i lati.

La prima ricarica ha richiesto circa 3 ore ma una volta carico la batteria ha una lunga autonomia ed è in grado di lavorare per oltre 2,5 ore ininterrottamente senza necessità di ricarica.

N.B. Un aspetto da tenere in considerazione è la possibile interferenza che un altro dispositivo iRobot posizionato vicino al Braava Jet può causare. Dopo aver posizionato Braava Jet e Roomba uno a fianco all’altro, ci siamo resi conto che il Braava non riusciva a rientrare alla sua base.
Si era avvicinato e continuava a girare intorno alla sua base senza però riuscire a “parcheggiare”.
È stato sufficiente scollegare il Roomba dall’alimentazione così da spegnerlo, perchè il Braava rientrasse subito alla sua postazione senza problemi.
Un peccato, ma è meglio separare i vari dispositivi iRobot.

> LAVAGGIO

Guardare Braava Jet lavare il pavimento è quasi ipnotico, oltre ad essere un piacere visto che non tocca a me farlo.

La pulizia è davvero approfondita, si muove orizzontalmente da parte a parte del pavimento ed una volta arrivato in fondo si sposta lateralmente della misura pari alla sua larghezza per garantire una copertura completa della superficie.
Durante il suo percorso si ferma più volte per erogare la miscela di acqua e detergente presente all’interno del serbatoio, attraverso il getto di precisione (sistema Precision Jet Spray).

Braava jet è in grado di riconoscere zone particolarmente sporche eliminando ogni traccia.

Una volta completata la pulizia della casa, il Braava torna alla posizione iniziale e ricomincia a pulire muovendosi lungo l’asse opposto.
In pratica pulisce interamente il pavimento due volte muovendosi prima in un verso poi nell’altro, impiegando poco più di 2 ore (per effettuare 2 volte la pulizia di un pavimento di 80 mq).

> DETERGENTE E PANNI

Sicuramente il detergente non è economico, una confezione da 470 ml ha un costo di 12,99€ ed è sufficiente per 8 lavaggi.
Considerando la pulizia approfondita e l’ottimo risultato, trovo comunque che valga la pena utilizzare il detergente specifico e non rischiare di rovinare il Braava JET con prodotti non idonei.

I panni di ricambio lavabili si trovano in confezioni da 2 pezzi a 19,99€ e se lavati con cura possono durar a lungo.

CONCLUSIONI

Ho letto opinioni molto diverse su questo robot Braava Jet m6, alcune positive altre molto negative.
Per quanto mi riguarda mi sono trovata molto bene, considero Braava Jet un dispositivo utile e ben funzionante, silenzioso e comodo vista la possibilità di farlo lavorare mentre siamo fuori casa.
Promosso a pieni voti, con l’unico appunto di migliorare la Skill per il controllo tramite Alexa.

 

Brava Jet è attualmente in vendita a 699,00 € (agg. settembre 2019).

Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.