I miei Cupcake alla banana

Il momento è giunto, oggi condividerò con voi quella che per noi abitanti della Zabberhaus è diventata oramai la ricetta più gettonata: i miei cupcake alla banana nella loro versione perfezionata.

Perché a casa non mancano mai? Semplice, perché sono piccoli, leggeri e sono perfetti in ogni momento della giornata in cui si desidera mettere sotto i denti qualcosa di dolce senza sentirsi in colpa ad ogni boccone.
Ovviamente dovete amare il sapore della banana, perché non si tratta semplicemente di dolcetti aromatizzati alla banana… in questo caso l’unico frutto dell’amor è l’ingrediente principale.

Premetto che non si tratta di dolci che vi conquisteranno al primo sguardo, la bellezza non è tra le loro qualità migliori o per lo meno non lo è nella versione base, una volta preparati possono sempre essere decorati a piacere.

Pronti ad iniziare?

INGREDIENTI PER CIRCA 20 CUPCAKES

  • 5 banane grandi e preferibilmente mature (non marroni ma neppure verdi per intenderci).
  • 70 gr. di dolcificante STEVIA.
  • 150 gr. di farina di riso.
  • 3 cucchiai di fecola di patate.
  • 1 cucchiaio abbondante di burro light.
  • 2 uova grandi.
  • 3 cucchiai di latte scremato.
  • 20 gr. di lievito per dolci.
  • Aromi a piacere (vanillina, limone, nocciola…).
  • Opzionale, potete aggiungere granella di nocciola.

Strumenti: oltre a cucchiai e forchette, vi occorrerà una frusta elettrica, una bilancia elettrica oppure un misurino che mostri le quantità non solo dei liquidi ma anche di zucchero e farina. Ovviamente stampi per cupcakes e una ciotola dove preparare l’impasto..

Sostituzioni: se così non vi sembra già abbastanza leggera, potete sostituire il burro con un paio di cucchiai di yogurt (bianco o alla banana, a vostra scelta) e il latte scremato con latte di riso.
Nel caso vogliate aromatizzare i cupcakes al limone, nessuno vieta di utilizzare del limone fresco grattandone direttamente la buccia nell’impasto.

La preparazione è molto veloce, quindi prima di iniziare a montare gli ingredienti, accendete il forno ventilato in preriscaldamento a 200°.

Prima di tutto sbucciate le banane e mettetele nella ciotola schiacciandole per bene con l’aiuto di una forchetta. Per facilitare l’operazione potete tagliare ogni banana in tre o quattro parti. Con 5 banane otterrete cupcakes soffici, dorati all’esterno ma morbidi all’interno. Se volete un effetto meno “bananoso” utilizzate solo 3 banane.

Aggiungete 70 gr. di Stevia

Io utilizzo lo Stevia della Dietor in buste da 150 gr. Tra tutti quelli provati fino ad ora mi è sembrato quello con il sapore meno smagoso e anche in cottura dolcifica senza assumere quello strano retrogusto di liquirizia.

Una volta mischiato per bene lo zucchero e le banane schiacciate, è ora di abbandonare la forchetta e di iniziare ad utilizzare la frusta elettrica.

Aggiungete al composto i 150 gr, di farina di riso e i 3 cucchiai di fecola di patate iniziando ad amalgamare il tutto con le fruste.

Quando la farina risulterà ben amalgamata senza lasciare grumi l’ora di aggiungere il burro sarà giunta.
Un cucchiaio abbondante di burro light (o se preferite potete sostituire il burro con dello yogurt bianco o alla banana).

Io utilizzo il burro light Milbona che potete trovare alla LIDL. Si tratta di un burro spalmabile, quindi morbido quanto basta per aggiungerlo senza bisogno di tenerlo prima fuori dal frigorifero perché si ammorbidisca.

Dopo avere frustato per bene il burro è il momento di aggiungere le uova e il latte, continuando a frustare il composto senza pietà fino a quando non avrà raggiunto la giusta consistenza, ovvero né troppo denso né troppo liquido… diciamo leggermente meno denso di uno yogurt.

Ed eccoci verso il gran finale, che vede protagonisti il lievito e la vanillina. Solitamente utilizzo fiale di aromi al limone o alla vaniglia, ma avendole terminate ho utilizzato la vanillina in polvere e vi dirò che non mi è dispiaciuto per niente questo cambio dell’ultimo minuto. L’aroma di vaniglia rimane molto delicato e senza coprire quello della banana.

Il composto è pronto e come dicevo, deve risultare non troppo denso ma neppure liquido e naturalmente la polpa della banana deve mantenersi grossolana, non deve diventare un frullato.

Iniziamo a riempire gli stampi stando poco al di sotto del bordo.

Potete utilizzare stampi diversi ma consiglio sempre e comunque che siano in silicone… ebbene si, sono favorevole al silicone!

Il forno nel frattempo dovrebbe essere arrivato in temperatura ed essere pronto ad accogliere i cupcake che dovranno cuocere 25/30 minuti, girando la teglia dopo i primi 15 minuti per evitare che quelli verso il fondo si abbrustoliscano troppo e quelli davanti restino meno cotti.

Se dopo 25 minuti di cottura non sono ancora belli dorati in superficie allora lasciateli cuocere altri 5 minuti, non di più.

Ed ora sforniamo i nostri cupcake!

In questo caso alcuni cupcake risultano poco cotti e per niente invitanti,
Volete sapere perchè?
Abbiamo testato due tipi di cottura provando l’AreoCook Salter inviatoci da testare.
Il risultato è stato un po’ deludente lo ammetto, ma credo debba solo prenderci la mano.
L’articolo sul test dell’AreoCook a confronto con la cottura al forno classica non è ancora pronto, appena lo sarà caricherò il link qui sotto.

Volete vedere la consistenza del cupcake alla banana perfettamente cotto?

Eccolo, dorato ma soffice fuori, dal cuore morbido e decisamente bananoso.

Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.