CheeseCake fragole e lamponi (faccio cose con lo zucchero)

La ricetta che vi propongo oggi è parte integrante della categoria “faccio cose ipercaloriche non adatte ai diabetici e a chi è a dieta da lunedì della settimana scorsa.”

Parliamo di una cheesecake sulla cui superficie si adagiano fragole in generosa quantità. Lo so, nello spazio sconfinato del web ne potete già reperire a milioni di ricette con varianti di cheesecake per ogni gusto ed esigenza… quindi perché non aggiungere la mia personalissima versione?

Per la serie “pubblicità spudorata”, tutti gli ingredienti sono stati acquistati alla LIDL perché i tedeschi avranno un sacco di difetti, ma i formaggi dozzinali destinati alla grande distribuzione li sanno fare come si deve!

INGREDIENTI

per la base:

– 200 gr. di biscotti

-75 gr. di burro

– qualche goccia di aroma (facoltativo)

per la parte cheese della cake:

– 125 ml di panna liquida fresca non zuccherata

– 4 tuorli

– 200 gr. di formaggio spalmabile tipo Philadelphia

– 200 gr. di formaggio Quark

– 200 gr. di ricotta

– 1 vasetto di yogurt alla vaniglia

– 5 cucchiai colmi di maizena

– 15 gr. di lievito per dolci

– 9 cucchiai di fruttosio

– 1 fiala di aroma butter-vanilla della LIDL (o 2 buste di vanillina in alternativa)

per la

crema di latte:

– 500 ml di latte

– 100 gr. di fruttosio

– 50 gr. di maizena

– aroma alla vaniglia

per guarnire:

– fragole e lamponi a volontà.

Detto ciò, iniziamo la preparazione della nostra cheesecake accendendo il forno e preriscaldandolo a 160 gradi.

Prendete biscotti e sfogate su di loro tutta la vostra rabbia repressa; dovete sbriciolarli fino a quasi polverizzarli. Il metodo della nonna di infilarli in un sacchetto e passare ripetutamente con un matterello a mio avviso resta il migliore e regala anche una certa soddisfazione interiore.

In un pentolino iniziate a sciogliere il burro a fuoco basso per evitare che imbrunisca e inizi a friggere. Non appena il contenuto sarà quasi del tutto liquido iniziate ad unire i biscotti sbriciolati senza smettere di mescolare. Quando burro e biscotti saranno divenuti inseparabili amici, adagiateli su di un foglio di carta forno che sia almeno 2 dita per lato più grande della teglia che userete per cuocere la vostra torta e iniziate a formare la base. La base avrà la stessa dimensione della teglia e dovrà essere una superficie il più omogenea e compatta possibile. Lavorate burro e biscotti con le mani aiutandovi con il matterello per omogeneizzare la superficie, poi posizionate il tutto nella teglia e rifinite i bordi od eventuali parti non ricoperte.

Lasciate raffreddare mentre preparate la parte cheese della cake.

Iniziate con il montare la panna finché non sarà divenuta bella solida come il lato B della Hunziker negli anni 90. Unite poi i 4 tuorli continuando ad aiutarvi con lo sbattitore per amalgamare tutti gli ingredienti; lo yogurt, il quark, il formaggio spalmabile (che ho utilizzato nella versione light perché così la torta sarebbe stata meno calorica…), la ricotta.

Una volta che avrete esaurito tutti i formaggi a disposizione, unite la maizena e lo zucchero e in ultima battuta lievito e l’aroma. Versate il composto sulla base biscottoburrosa che nel frattempo si sarà raffreddata a sufficienza ed infornate il tutto.

NB. La cottura deve essere lenta…molto lenta, quindi dopo i primi 25 minuti a 160 gradi abbassate il forno a 150 gradi e cuocete altri 25 minuti.

…..

…… 50 MINUTI DOPO ……

….

Ora che la torta è cotta e il profumo vi farebbe venire voglia di mangiarla tutta senza lasciare tracce, resistete alla tentazione pensando che la Hunziker negli anni ’90 non mangiava cheesecake per avere un lato B come quello che nessun comune mortale potrà mai vantare

Lo so, ora la torta è salva ma voi siete al 4′ stadio della depressione; niente paura, la torta dovrà riposare in frigorifero per almeno 3 ore mentre voi preparerete la crema al latte e porrete rimedio alla depressione caricandovi con pensieri positivi e odiando la Hunzicker.

Preparare la crema al latte è semplicissimo; versate il latte in un pentolino assieme all’aroma di vaniglia e fatelo scaldare senza farlo bollire. Intanto a parte mischiate la maizena e lo zucchero e aggiungete qualche cucchiaio di latte caldo per amalgamare il tutto prima di incorporarlo al resto del latte che continuerete  scaldare sempre mischiando. In un paio di minuti la crema inizierà ad addensarsi e sarà pronta.

Mettete il pentolino in frigor a raffreddare con la torta per almeno 3 ore.

Potete usare le successive 3 ore per cercare le foto recenti della Michelle Hunziker scoprendo che passati i 40 è ancora in forma smagliante e in costume risulta avere un fisico mille volte meglio di sua figlia che di anni ne ha solo 20. Poi vedrete la sua fichisisma Porche fucsia… aprite una nuova pagina di google e cercate Christina Aguilera fat… ah, molto meglio.

Ora che l’umore è tornato al top potete tirare fuori tutto dal frigorifero e iniziare a guarnire la cheesecake prima con un abbondante strato di crema al latte, poi con una folta distesa di fragole e lamponi.

Ora ricordate che più tempo resterà in frigorifero a raffreddare più sarà buona… nulla sarà infatti più buono del pezzo di torta avanzato la sera prima e mangiato a colazione dopo tutta la notte in frigor.

Avrei voluto mettere una foto della torta in tutto il suo splendore con le candeline per il compleanno della mamma… ma lei non voleva che tutti sapessero che ha compiuto 60’anni …ops!

Quindi vi lascio con un particolare che vi farà dire “f£$~>#%\! La Hunziker datemi una fetta di torta!”

Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.